Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Bari, speculazione sulle mascherine: condanna per due imprenditori

Il verdetto, emesso dopo un'accurata indagine, ha stabilito per i due imprenditori una pena di un anno e sei mesi di reclusione, accompagnata da una sanzione pecuniaria di 10.000 euro

Durante l’emergenza Covid, il mercato ha assistito a diversi episodi di speculazione, tra cui la vendita di mascherine a prezzi esorbitanti. Un caso emblematico ha visto protagonisti due imprenditori, Gaetano e Vito Davide Patrizio Canosino, i quali sono stati recentemente condannati per aver praticato prezzi gonfiati nella distribuzione di dispositivi di protezione individuale.

La vicenda si è svolta principalmente in Puglia, dove le aziende sanitarie, tra cui la Asl Bari, sono state le principali vittime di questa pratica. Il verdetto, emesso dopo un’accurata indagine, ha stabilito per i due imprenditori una pena di un anno e sei mesi di reclusione, accompagnata da una sanzione pecuniaria di 10.000 euro. Questa decisione riflette la gravità delle azioni compiute dai Canosino, ritenute una chiara manovra speculativa ai danni delle strutture sanitarie impegnate nella lotta contro il Covid.

Interessante notare come, nel corso del processo, siano stati assolti altri tre imputati, dimostrando una distinzione netta tra le responsabilità individuali. Tra questi, figura Elio Rubino, il quale ha un legame familiare con Alberto Tedesco, ex assessore alla Sanità. La sua assoluzione sottolinea la complessità delle indagini svolte e la necessità di distinguere accuratamente tra le diverse posizioni e azioni degli imputati.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un blitz dei carabinieri intercetta droga e denaro durante controllo di routine...
Venerdì è andata in scena un'intensa operazione di controllo, condotta da agenti della Polizia stradale...

Altre notizie

Bari Tomorrow