Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il Policlinico di Bari celebra il 200° trapianto di cuore

Un'importante pietra miliare con un paziente 71enne

Il Policlinico di Bari segna un nuovo, importante traguardo nel campo dei trapianti di cuore. L’ospedale ha recentemente completato il suo 200° intervento di questo tipo, un risultato che testimonia l’avanguardia e l’efficacia del centro in ambito cardiochirurgico. Il paziente, un uomo di 71 anni originario di Santeramo, rappresenta un caso di successo medico che riaccende la speranza per molti altri.

Il primo trapianto di cuore al Policlinico di Bari risale al 2002. Da allora, il percorso è stato di continuo miglioramento e innovazione. L’intensificazione degli interventi negli ultimi due anni è stata notevole, con ben 108 trapianti realizzati. Questa crescita è dovuta non solo all’aumento dei donatori ma anche all’efficacia dell’equipe medica guidata dal prof. Tomaso Bottio, responsabile dell’unità operativa di cardiochirurgia.

Il successo del centro è sottolineato dalle parole del prof. Bottio, che mette in evidenza l’efficienza del coordinamento e la disponibilità dell’equipe. Grazie a queste qualità, è stato possibile azzerare le liste di attesa in Puglia per i pazienti in attesa di trapianto. Questo traguardo rappresenta un esempio notevole di come la collaborazione e l’organizzazione possano portare a risultati straordinari nel settore sanitario.

Non solo numeri, ma anche storie di vita: il Policlinico di Bari ha anche stabilito il record per il paziente più anziano in Italia a ricevere con successo un trapianto di cuore. Un uomo di 76 anni, originario di Taranto, è diventato un simbolo di speranza e di possibilità, mostrando che l’età non è un limite alla cura e alla qualità della vita.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie

Bari Tomorrow