Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Un’iniziativa rivoluzionaria per Bari: il lancio del progetto Costa Sud

Nel corso di una cerimonia ufficiale tenutasi a Palazzo di Città, il sindaco Antonio Decaro ha annunciato l'inizio dei lavori per il secondo lotto del progetto, situato attorno a Torre Quetta.

Bari si appresta a vivere una trasformazione radicale con l’avvio dei lavori per il progetto Costa Sud, un ambizioso piano di riqualificazione urbana che promette di reinventare il volto della città attraverso la creazione di un esteso parco naturalistico e di tempo libero. Il progetto, dal costo di 75 milioni di euro, finanziato anche con fondi complementari al Pnrr, si estenderà per 6 km, dall’area di Pane e Pomodoro fino a San Giorgio, trasformando completamente l’accesso alla costa e offrendo nuovi spazi verdi e aree ricreative ai cittadini e ai visitatori.

Nel corso di una cerimonia ufficiale tenutasi a Palazzo di Città, il sindaco Antonio Decaro ha annunciato l’inizio dei lavori per il secondo lotto del progetto, situato attorno a Torre Quetta. Alla presenza di figure chiave come Pompeo Colacicco, direttore della Ripartizione Urbanistica, e rappresentanti del Consorzio Valori e dell’architetto progettista Gian Luigi Sylos Labini, si è celebrato questo importante passo avanti.

Diviso in sei lotti distinti, che includono aree come Torre Quetta, Torre Carnosa, e il Parco Bellavista, il progetto prevede la realizzazione di spazi verdi, piste ciclabili, aree per il tempo libero e lo sport, oltre a servizi come chioschi e aree giochi. L’obiettivo è quello di rendere il lungomare più accessibile e vivibile, eliminando la barriera ferroviaria che finora ha diviso fisicamente due parti della città, e di promuovere una mobilità sostenibile attraverso l’introduzione di una nuova pista ciclabile e pedonale.

Il sindaco Decaro ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa per la città di Bari, descrivendola come una sfida che testimonia la capacità di sognare e realizzare grandi cambiamenti. “Abbiamo liberato la costa da un gran numero di volumetrie,” ha dichiarato, facendo riferimento alla significativa riduzione di ostacoli architettonici nell’area, che permetterà di valorizzare ulteriormente il litorale e di stimolare il turismo e lo sviluppo locale.

Con una timeline che prevede il completamento del lotto numero due entro la primavera del 2026 e l’obiettivo di finire tutti i lavori entro la fine del 2026, il progetto Costa Sud si posiziona come un elemento catalizzatore per l’urbanizzazione secondaria della zona e per l’intera comunità di Bari. L’architetto Sylos Labini ha definito l’intervento come “rivoluzionario”, capace di eliminare la separazione tra due aree della città e di creare un nuovo polo urbano dedicato alla natura e al tempo libero, riconnettendo così i cittadini con il loro ambiente naturale e urbano in modi finora inesplorati.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nicola Colaianni non sarà il candidato sindaco per il centrosinistra alle elezioni comunali di giugno 2024...
Un blitz dei carabinieri intercetta droga e denaro durante controllo di routine...

Altre notizie

Bari Tomorrow