Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

La Geo Barents diretta a Bari: un viaggio lungo e controverso

L'organizzazione Medici senza Frontiere lamenta la mancanza di assistenza tempestiva

Nelle ultime ore, il mar Mediterraneo è stato teatro di operazioni di soccorso che hanno visto protagonista la GeoBarents, la nave di Medici senza Frontiere, intervenuta in aiuto di oltre 80 migranti coinvolti in due diverse emergenze. La destinazione finale per questi 85 sopravvissuti, tra cui bambini non accompagnati, è il porto di Bari, decisione questa che ha suscitato notevole dibattito. Nonostante le pressanti richieste da parte dell’equipaggio per un porto di sbarco più accessibile, le autorità italiane hanno designato il capoluogo pugliese come punto d’arrivo, prolungando così il viaggio dei migranti a bordo.

La scelta del porto di Bari ha generato malcontento tra le fila di Medici senza Frontiere, che ha espresso pubblicamente il proprio disappunto. L’organizzazione lamenta la mancanza di assistenza tempestiva, essenziale in contesti di emergenza come questo, sottolineando come la decisione imponga ai sopravvissuti “giorni di navigazione non necessari”, allontanandoli dall’assistenza cruciale di cui hanno urgentemente bisogno.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un blitz dei carabinieri intercetta droga e denaro durante controllo di routine...
Venerdì è andata in scena un'intensa operazione di controllo, condotta da agenti della Polizia stradale...

Altre notizie

Bari Tomorrow