Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Morto Carlo Formigoni: ritrovato a Savelletri il corpo dell’autore teatrale. Era stato adottato dalla Puglia

Il regista, tra le altre cose, aveva fondato il Teatro Kismet a Bari

Il mondo del teatro piange la scomparsa di Carlo Formigoni, maestro indiscusso delle scene, la cui vita e opera hanno lasciato un’impronta indelebile nel panorama artistico, soprattutto in Puglia, terra che lo ha “adottato” e amato profondamente. Il suo contributo al teatro non si limita solo alla produzione e scrittura, ma si estende all’importante lavoro di formazione, per il quale è stato riconosciuto con il prestigioso ‘Premio alla Carriera teatrale – Teatro Pubblico Pugliese’, conferitogli due anni fa.

La notizia della sua morte ha scosso profondamente la comunità artistica e culturale. Carlo Formigoni, originario di Mantova, ha trovato nella Puglia non solo un nuovo inizio ma anche un terreno fertile dove esprimere la sua inesauribile creatività. Le ricerche dell’artista si sono interrotte bruscamente con il ritrovamento del suo corpo a Savelletri, in provincia di Brindisi, come riportato da BrindisiReport. Un triste epilogo per un artista che ha dedicato la sua vita al teatro, lasciando un vuoto incolmabile.

Paolo Ponzio, presidente del Teatro Pubblico Pugliese, ha espresso il suo profondo cordoglio e quello dell’intera comunità teatrale: “Siamo addolorati per la sua scomparsa. Non possiamo che essergli tutti immensamente grati per la bellezza donata con così tanta generosità alla nostra Puglia”. Le parole di Ponzio riflettono il senso di perdita ma anche di gratitudine verso un uomo che ha saputo rendere il teatro uno strumento di espressione unico e potente.

L’avventura artistica di Formigoni si è snodata attraverso varie tappe significative, dalla sua esperienza presso il Berliner Ensemble fino alla fondazione del Teatro Kismet a Bari, passando per la sua “Aia” tra i trulli della Valle d’Itria e il Teatro del Sole a Milano. Ogni tappa del suo viaggio è stata segnata da una profonda passione per il teatro e da un’incessante ricerca di nuove forme espressive.

“Il maestro Carlo Formigoni è e sarà la testimonianza di un percorso artistico unico nel suo genere”, ha sottolineato Ponzio, evidenziando come il suo teatro, ispirato da grandi figure come Brecht e Bettelheim, continuerà a vivere, palpitante e autentico, nelle opere che ha lasciato e nell’ispirazione che continua a offrire a chi vive il teatro con passione e dedizione.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Gli agenti hanno individuato e sequestrato un furgone su Strada San Giorgio Martire, sorprendendolo mentre...
L'indagine ha messo in luce tentativi di interferenza nelle dinamiche politiche locali...
"UniBa condanna ogni forma di violenza" - il messaggio inviato dal Prof. Stefano Bronzini...
Bari Tomorrow