Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Scuola in Puglia: preoccupazioni della Uil sulla distribuzione del personale

Al centro delle critiche il piano di ridimensionamento proposto che prevede una riduzione significativa delle autonomie scolastiche

La regione Puglia sta affrontando una fase critica nella gestione della sua rete scolastica. Recentemente la Uil regionale della Puglia ha espresso forte preoccupazione per il piano di ridimensionamento scolastico proposto, che prevede una riduzione significativa delle autonomie scolastiche. Secondo il sindacato, questo piano, approvato dalla Regione Puglia, dalle province e dalla Città Metropolitana di Bari, potrebbe portare a conseguenze gravi per gli istituti del primo ciclo.

Il piano di ridimensionamento prevede una diminuzione da 627 a 557 autonomie scolastiche entro il 2026/27. Nell’anno scolastico 2024/25, si passerà a 569 autonomie, e poi a 565 nel 2025/26. Un aspetto critico di questo piano è l’assegnazione del personale Ata nelle scuole con più di 1.200 alunni. La distribuzione degli studenti nelle scuole varia significativamente, con 19 istituti che hanno tra i 1.201 e i 1.300 alunni, e alcuni che raggiungono quasi 1.800 alunni.

Critiche al Decreto di Attuazione della Legge Finanziaria

La Uil Puglia critica il decreto di attuazione della legge finanziaria, sostenendo che non consideri adeguatamente le esigenze specifiche delle scuole pugliesi. Il sindacato sostiene che il decreto porta a tagli scriteriati che ignorano le specificità territoriali e minacciano i livelli occupazionali. I rappresentanti della Uil, Gianni Ricci e Gianni Verga, sottolineano che la situazione è particolarmente grave per la Puglia, una regione già afflitta da una forte crisi occupazionale.

Rischi per Gli Istituti e la Sicurezza

Il sindacato mette in evidenza che la riduzione del personale non influisce solo sui posti di lavoro, ma anche sulla gestione operativa delle scuole. Questi cambiamenti potrebbero portare a difficoltà gestionali e a un decremento nella sicurezza per lavoratori e alunni. La Uil Puglia critica il modo in cui il Ministero considera gli alunni e il personale, sottolineando che non si possono ridurre a semplici numeri da bilanciare.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'obiettivo è quello di valorizzare gli spazi verdi esistenti e di crearne di nuovi, migliorando...
L'evento, curato dal dottor Massimo Buonfantino, ha catalizzato l'attenzione di oltre 150 partecipanti...
Il maltempo interesserà l'intera regione a partire dalla mezzanotte di oggi e per le prossime...
Bari Tomorrow