Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Sicurezza stradale: investimenti sulla Statale 100 di “Gioia Del Colle”

Due gli interventi cardine pianificati dopo l'incontro odierno presso l’Assessorato ai Trasporti con Anas Puglia

In risposta alle crescenti preoccupazioni per la sicurezza stradale, in particolare lungo la Statale 100 ‘di Gioia Del Colle’, un incontro cruciale si è svolto questa mattina presso l’Assessorato ai Trasporti con Anas Puglia. L’obiettivo? Identificare soluzioni per migliorare la sicurezza lungo questo tratto notoriamente pericoloso. Questa riunione fa seguito a recenti rapporti di cronaca che hanno messo in luce un aumento allarmante delle vittime da incidenti stradali su questa strada.

Nel dettaglio, sono stati pianificati due principali interventi sulla Statale 100. Il primo progetto, incluso nel Contratto di Programma 2014-2020, prevede il completamento e la messa in sicurezza del tratto tra i km 44+500 e 52+600 (San Basilio), con un costo di 107.785.142 euro, di cui 84.000.000 già finanziati. Tuttavia, resta da coprire un fabbisogno finanziario di 23.785.142 euro. Il secondo progetto, che si estende dal km 52,200 al km 66,600 fino alla nuova arteria Statale 106 Dir/Statale 7 in territorio di Palagiano, non è incluso nel Contratto di Programma e ha un costo stimato di 168.000.000 euro, attualmente non finanziati.

L’assessora regionale ai Trasporti, Anita Maurodinoia, ha sottolineato l’impegno della Regione per la messa in sicurezza della Statale 100. Ha ricordato che, nonostante la richiesta di commissariamento presentata congiuntamente al Presidente Michele Emiliano al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, le istanze non sono state accolte, nonostante l’elevata incidentalità della strada. L’amministrazione regionale ha incluso entrambi gli interventi nel Piano Attuativo 2021-2030 del Piano Regionale dei Trasporti, in attesa di approvazione, e li ha classificati come priorità nella ricognizione dei fabbisogni infrastrutturali stradali inviata al Mit.

Per affrontare immediatamente la situazione, sono state proposte soluzioni a breve e medio termine, come l’installazione di apparecchi di moderazione della velocità (tipo Tutor) e dispositivi di spartitraffico. Questi interventi, che ricadono sotto la competenza di Anas, sono attualmente in fase di valutazione per la fattibilità tecnica e la stima dei costi. In aggiunta, si sta valutando la possibilità di dirottare il traffico pesante sulle autostrade per ridurre ulteriormente i rischi.

Questi sforzi mirano a garantire la sicurezza di un’arteria vitale, affrontando le sfide finanziarie e tecniche. La Statale 100, infatti, è un punto focale dell’attenzione regionale, ma le criticità legate al reperimento delle risorse necessarie e alla definizione dei progetti rimangono ostacoli significativi da superare.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Bari Tomorrow