Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Visita degli studenti del Politecnico a un cantiere dell’alta velocità Bari-Napoli

Si tratta del cantiere della galleria di Grottaminarda: lunga due chilometri, è la prima di tre previste nella tratta Apice-Hirpinia

In un contesto di crescente attenzione verso le infrastrutture di trasporto, l’Italia fa un passo significativo con la realizzazione della nuova linea Alta Velocità-Alta Capacità (AV/AC) Napoli-Bari. Questo progetto, che rappresenta un tassello cruciale nel Corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavo-Mediterraneo, prevede un investimento complessivo di circa 5,8 miliardi di euro. Finanziato anche attraverso i fondi del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), il progetto ha raggiunto una fase intensiva di lavori da agosto 2022.

Il cantiere della galleria di Grottaminarda, situato nella provincia di Avellino, è un esempio emblematico dell’avanzamento tecnologico e dell’ingegneria impiegata nel progetto. Lunga due chilometri, questa galleria è la prima di tre previste nella tratta Apice-Hirpinia, che si estende per 18 km, di cui 12 sotterranei. All’interno di questo cantiere gli studenti del Politecnico di Bari hanno avuto oggi l’opportunità di osservare da vicino la talpa meccanica (TBM), un’imponente macchina con un diametro di testa rotante di circa 13 metri, utilizzata per scavare centinaia di metri di galleria.

La visita degli studenti si inserisce nel quadro dei “Cantieri Parlanti”, un’iniziativa promossa dal Gruppo FS, comprendente le società RFI e Italferr, in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Questo progetto ha lo scopo di rendere i cantieri ferroviari più accessibili e comprensibili ai cittadini, evidenziando la loro importanza strategica e il valore aggiunto che apportano al territorio.

Il coinvolgimento di imprese di prestigio come WeBuild Italia S.p.A., Pizzarotti S.p.A., e Ghella S.p.A. testimonia l’importanza di questa opera, che non solo migliorerà significativamente la connettività tra Napoli e Bari, ma agirà anche da catalizzatore per lo sviluppo economico e la creazione di posti di lavoro. Con un investimento di circa 628 milioni di euro, i lavori della tratta Apice-Hirpinia sono stati affidati al Consorzio Hirpinia AV (Webuild e Astaldi) sotto la Direzione Lavori di Italferr. Oltre 100 maestranze altamente specializzate sono impiegate per garantire lo scavo continuo della galleria, dimostrando l’impegno nell’alta qualità e nella precisione del lavoro svolto.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Bari Tomorrow