Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Un nuovo soffio di vita e arte: la trasformazione del sottopasso di Via Emanuele Mola

Bari svela il suo nuovo polmone verde urbano: un sottopasso che unisce arte e sostenibilità

Nel cuore di Bari il sottopasso di via Emanuele Mola si trasforma in un simbolo vivido di rinnovamento urbano e sostenibilità ambientale. Grazie al progetto ‘WeHybrid Race’ di Toyota, sei magnifici murali, frutto dell’ingegno artistico e della tecnologia all’avanguardia, hanno ridato vita a questo spazio, un tempo trascurato. Utilizzando vernici innovative, queste opere non solo abbelliscono l’area, ma contribuiscono attivamente alla purificazione dell’aria, incarnando così un vero e proprio polmone verde nel tessuto urbano.

La realizzazione di questi murali è stata possibile grazie alla sinergia tra vari attori della comunità. Artisti come Silvio Paradiso, Daniela Sersale, Daniela Giarratana, Nadia Gelsomina, Amalia Tucci e Giuseppe d’Asta, sotto la guida dell’associazione Retake Bari, hanno lavorato insieme per oltre due settimane, trasformando le pareti del sottopasso in tele viventi. Il loro lavoro è stato supportato da Toyota Italia, dal Centro Servizi per le Famiglie San Girolamo, dalla Casa della legalità, e da un gruppo di volontari dedicati, testimonianza del potere della collaborazione comunitaria.

Durante la cerimonia di inaugurazione, il sindaco Decaro ha sottolineato l’importanza del progetto per la città di Bari. Ha evidenziato come, grazie a queste opere d’arte contemporanea, il sottopasso non solo diventi un luogo di passaggio più piacevole ma anche un simbolo di un futuro senza barriere. Con la previsione di spostamento dei binari, si prospetta una visione urbana in cui, tra sei anni, la comunità potrà godere di una bellissima area verde, collegando le diverse parti del quartiere senza il bisogno di attraversare i binari.

Il sindaco Decaro, attraverso un post sulla sua pagina Facebook, ha espresso il suo entusiasmo per questo progetto, sottolineando come il sottopasso sia diventato “un luogo più bello che respira insieme a noi”. Questa metafora esprime l’essenza del progetto: un esempio tangibile di come arte e sostenibilità possono lavorare insieme per migliorare la qualità della vita urbana, creando spazi che non solo sono esteticamente gradevoli, ma che contribuiscono attivamente al benessere della comunità.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il rettore del Politecnico di Bari è stato scelto per rappresentare l'Italia nel prestigioso programma...
Secondo quanto riportato da La Gazzetta del Mezzogiorno, le indagini che hanno portato alla luce...
Coinvolto un tratto cruciale che collega l'allacciamento dell'A14 Bologna-Taranto alla Tangenziale di Bari...
Bari Tomorrow