Bari Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Confisca di Beni agli eredi di un boss mafioso morto: azione della Guardia di Finanza di Bari

Intervento antimafia nel Foggiano: confiscati beni per 700mila euro

La Guardia di Finanza di Bari, in collaborazione con i Carabinieri del Raggruppamento Operativo Speciale e con il supporto del Servizio Centrale I.C.O., ha eseguito un importante decreto di sequestro di prevenzione. Il Tribunale di Bari ha emesso il decreto, su richiesta della Procura della Repubblica, mirato a confiscare beni del valore di circa 700 mila euro. Questi beni, tra cui immobili, fabbricati e un’azienda, sono riconducibili agli eredi di una persona assassinata nel 2019 nella provincia di Foggia.

Il defunto, ritenuto a capo del clan Ricucci-Lombardi-Romito nell’area garganica, era stato identificato come individuo di elevata pericolosità sociale per il suo ruolo nell’ambito dell’associazione mafiosa. Con numerose condanne definitive e coinvolgimenti in indagini, il boss svolgeva un ruolo di primo piano nell’associazione, dimostrando una notevole capacità intimidatoria, soprattutto nel settore agricolo e dell’allevamento del bestiame. Inoltre, era stato responsabile di vari reati, inclusi furto, ricettazione, truffa ed estorsione.

L’esecuzione del provvedimento di sequestro rappresenta il culmine di complessi accertamenti eseguiti ai sensi della normativa antimafia. Tale legislazione consente l’adozione di misure patrimoniali anche in caso di decesso del soggetto prima dell’avvio del procedimento di prevenzione, estendendo l’azione ai suoi eredi.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

"UniBa condanna ogni forma di violenza" - il messaggio inviato dal Prof. Stefano Bronzini...
L'indagine, che ha preso il via a novembre 2021 in seguito a un furto significativo...
Protagonisti della vicenda, avvenuta lo scorso 10 febbraio, tre giovani provenienti da Bari e uno...
Bari Tomorrow